Mondiale 2006 Pagelle

Lettera alle donne

Forse è arrivata anche a voi.. ecco il contenuto…:

MESSAGGIO PER TUTTE LE NOSTRE DONNE

CAMPIONATI DEL MONDO DI CALCIO: GERMANIA 09.06/09.07.2006

REGOLAMENTO (da appendere in cucina)
Cara Moglie, compagna, fidanzata,

dal 9 giugno al 9 luglio 2006 si svolgeranno i Campionati del Mondo di
Calcio.

Qui di seguito ti invio le regole da seguire scrupolosamente per tutta la
durata degli stessi.

IMPARATELO A MEMORIA !!!!!!!!!!!

1. Ti consiglio di leggere quotidianamente la Gazzetta dello Sport. In
questo caso sarai sempre aggiornata su quello che sta succedendo al
Campionato del Mondo ed avrai degli argomenti di discussione con i quali
dialogare con me. Se non lo farai, sono CAZZI TUOI e non ti lamentare se non
avremo nulla da dirci.
2. Durante i Campionati del Mondo la televisione sarà mia e solo mia (a
tutte le ore) e se ti capitasse di venire in possesso del telecomando, anche
solo per pochi secondi, il consiglio che ti do è quello di non cambiare mai
canale.

3. Se sarai costretta a passare davanti alla TV durante una qualsiasi
partita, sei pregata di farlo strisciando sul pavimento e senza
disturbarmi.Se ti balenasse l’idea di passare davanti alla Tv in perizoma o,
peggio, completamente nuda, con l’idea di farti sco**re, lascia perdere e
vedi che questo tuo comportamento non ti porti a prendere l’influenza. Non
ho assolutamente intenzione di perdere tempo nel doverti curare.

4. Durante tutte le partite, io per te sarò cieco, sordo e muto fino a
quando non avessi bisogno di chiederti qualche cosa da bere o da mangiare.
Sei fuori di testa se pensi che io sia a tua disposizione per qualsivoglia
richiesta (non aprirò la porta, non risponderò al telefono, non terrò a bada
il bambino che sta piangendo).

5. Sarebbe opportuno che nel frigo non mancassero mai delle lattine di birra
ghiacciata e qualche cosa da sgranocchiarci assieme.

 

6.Per favore non fare mai battute simpatiche o facce strane quando i miei
amici sono a casa nostra a guardare le partite, saresti patetica. Come
premio per il tuo buon comportamento, sarai autorizzata a guardare la TV nei
pochissimi momenti in cui non si parlerà di calcio.

7. Per favore, ti prego, se l’ Italia dovesse perdere qualche partita, non
venirmi mai a dire ”NON TE LA PRENDERE E’ SOLO UN GIOCO”, o , “VINCEREMO LA
PROSSIMA VOLTA”. Se mi dirai queste cose mi farai inc***are ancora di più ed
io ti amerò di meno

8. Sarai più che benvenuta qualora tu decidessi di guardare una partita
assieme a me. Fai attenzione ho detto una partita. Non prendere i Campionati
del Mondo come pretesto per passare più tempo assieme.

9. I REPLAY dei goals sono molto molto importanti. Non me ne frega niente se
l’ ho visto o non l’ho visto, voglio rivederli, anche mille volte..

10. Di alle tue amiche di NON PARTORIRE, di non organizzare eventi dove è
richiesta la mia presenza.

Io per te avrò solo tre risposte:
a) Non ci vengo,
b) Non ci sono,
c) Non rompere i cog***ni

11. ATTENZIONE, se qualche amico ci inviterà a vedere la partita a casa
loro, devi essere pronta all’orario stabilito. Non saranno tollerati
ritardi. In tal caso verrai a piedi.

12. Le trasmissioni sportive durante il Mondiale sono importanti tanto
quanto il mondiale stesso. Non voglio mai sentirti dire “ MA L’ABBIAMO GIA’
VISTO QUESTO” o “NON POSSIAMO VEDERE QUALCHE COSA D’ALTRO ??” perchè la
risposta sarà sempre la stessa (leggi punto 2):

13. Per finire, evita pure l’espressione “GRAZIE A DIO IL MONDIALE E’ OGNI 4
ANNI”. Io sono immune da questa espressione, perché non ti scordare che dopo
i mondiali c’è il CALCIOMERCATO, I PRELIMINARI DI CHAMPIONS LEAGUE, IL
CAMPIONATO e LA COPPA ITALIA.

Ti ringrazio in anticipo per la tua comprensione.

Il tuo uomo.

PAGELLONE by Dedalus

Italia – Germania

Buffon 7,5: di ben altra pasta rispetto a Coco e Vieri. Probabilmente è lui
che tiene i jeans in famiglia.

Zambrotta 7,5: ci fosse stato lui al posto dei panzer tedeschi, Londra
sarebbe un pallido ricordo.

Cannavaro 8: il pallone è suo, e decide lui.

Materazzi 7,5: ricorda ai due polacchi in attacco un generale delle SS. Più
cattivo, che parla in italiano ed esperto di kung fu.

Grosso 8,5: Bossi si sta mangiando i gomiti per il celodurismo. Con il
celogrossismo, altro che devolution.

Camoranesi 6: la sua partita inizia al centoventunesimo, va di corsa a
cercare Frings per il tradizionale match di boxe di fine gara

Gattuso 8: ad un certo punto va a pisciare in area di rigore tedesca, per
delimitare i nuovi confini teutonici.

Pirlo 7: per gli assist, l’unica difficoltà è fargli capire che lui gioca
con i blu.

Perrotta 7: visto che Friedrich non è divertente, tenta di rompere Lehmann
in due occasioni.

Totti 6: la grinta di Heidi, nei contrasti, potrebbe far comodo.

Toni 6: i tedeschi lo usano come manichino per i crash test.

——————————-

Baggio 7,5: è entrato travestito da Gilardino.

Iaquinta 6,5: Bene, finché rimane lontano dall’area di rigore avversaria.
Intanto, è ufficiale che, secondo Lippi, Marchionni abbia la lebbra.

Del Piero 7: un giocatore di C che segna in semifinale mondiale dovevamo
ancora vederlo.

——————————–

Lippi 8: un interrogativo scuote l’Italia: "E’ davvero così bravo, oppure è
solo culo?". La risposta è: "chissenefrega".

——————————–

Arbitro 6,5: avessimo avuto lui al posto di Moreno, ora saremmo in corsa per
il quinto titolo mondiale.

************************************

PAGELLONE TEDESCO by Dedalus

Lehmann 7: s’accapiglia con Perrotta.

Friedrich 5: vince la personalissima gara contro il temutissimo filo d’erba.

Mertesacker 6: ad un certo punto, Toni gli indica la palla e dice che è
quella che deve calciare.

Metzelder 5,5: Gilardino lo indica ripetutamente e ride.

Lahm 6,5: mossa politically correct di Klinsmann, che manda in campo 1
handicappato presunto, fra 20 piedi storti

Schneider 6,5: però ci aveva impressionato di più in Holly e Benji.

Kehl 6,5: Gattuso in versione più fallosa e più lenta. Sul più brutto non ci
sbilanciamo.

Ballack 5: ah, perché, giocava?

Borowski 5: ieri sera, per la prima volta, c’era la moviola in campo.

Klose 6: cerca la palla, ma lei è schizzinosa e preferisce Materazzi.

Podolski 6,5: Si vede che il gulash a fine primo tempo non era stato
digerito.

—————

Schweinsteiger 5,5: non vorremmo mai ritrovarcelo davanti. Solo perché lo
chiameremmo sempre "hey, coso"

Odonkor 6,5: lo deportano ad Auschwitz a fine gara

Neuville 2: come i gol presi appena è entrato lui

————-

Klinsmann 6,5: è durato 120 minuti, quando gliene avremmo dati circa 3. La
sua compagna crediamo sia ampiamente soddisfatta.

PAGELLONE by Dedalus

Italia – Francia

Buffon 10: Aveva scommesso sul pari.

Zambrotta 10: Ha talmente paura di Malouda che, ad un certo punto, si
accende una sigaretta vicino a un benzinaio e la lancia per terra in segno
di sfida.

Cannavaro 10: Nemmeno Jim Carrey in "The Truman Show" era stato così
commovente.

Materazzi 10: "Chi è lo RE?? Non sento una vocina, una vocina stridula?? Per
esse lo re mi devi sfidare, a che mi sfidi… CRAPA PELATA?"

Grosso 10: Dio esiste, è italiano, e gioca sulla fascia sinistra

Camoranesi 10: Non canta l’inno, non mette un cross dal 1926, giochicchia
col pallone come farebbe una ragazzina, è antipatico come il peggior
Vittorio Sgarbi. Insomma, va benissimo per la C1.

Gattuso 10: Fonti certe dicono che è stato visto nel suo paese natale, a rio
sul corcovado e a Fatima nello stesso momento.

Pirlo 10: Se non fosse per la faccia da pirla, ci starebbe quasi simpatico.

Perrotta 10: Caso d’illusionismo: c’è ma non si vede.

Totti 10: Zidane gli ruba il cucchiaio. Lui risponde con dei colpi di classe
che solo lui sa fare: non tocca nemmeno un pallone nei restanti 85 minuti.

Toni 10: Se quando ha preso la traversa fosse saltato dieci centimetri in
più, sulla MIR avrebbero gridato all’UFO.

——————————-

De Rossi 10: Alza il gomito solo dopo la partita, fortunatamente.

Iaquinta 10: Se Abidal sembra un terzino, un problema c’è. News dalla CNN:
Marchionni non ha la lebbra e sostiene di essere arruolabile per le
qualificazioni mondiali a settembre.

Del Piero 10: Le abbiamo proprio viste tutte, ora; il rigore tirato da
questa giovane promessa di C è degno di un giocatore, perlomeno, di serie B.

——————————–

Lippi 10: Mercoledì ci si era chiesti: "E’ davvero così bravo, oppure è solo
culo?". La risposta data fu: "chissenefrega". Continuiamo tranquillamente su
questa linea, perché siamo campioni del mondo.

********************************

PAGELLONE FRANCESE By Dedalus

Barthez 7: Non fa cavolate, e per lui è una novità

Sagnol 7,5: Si chiede dove sia Perrotta per tutta la gara. Ce lo chiediamo
pure noi.

Thuram 7: Leggiamo benissimo il labiale, in italiano, dopo il gol di Matrix.
Dice "ma vaff.. materazzi di m.."

Gallas 7: In assenza d’avversario diretto (cfr. Totti) tenta di muovere
guerra all’Alsazia, con dei carrarmatini bleu.

Abidal 6: Si adegua a Camoranesi, fa cagare.

Vieira 5,5: Salta come Vieri all’europeo sul gol di Materazzi. La nuova
specialità verrà inserita nelle prossime olimpiadi col nome di "salto in
basso".

Makelele 6,5: Se pensiamo che per cederlo il Real ha comprato Gravesen, ci
domandiamo quale testa di preservativo sia l’ex dg merengues.

Ribery 7: E’ l’incubo della difesa italica. E non certo per i suoi piedi a
banana.

Zidane 10: "a testa di ferro". Mercì Zizou, chapeau per la rivisitazione di
Abatantuono.

Malouda 10/10/10: voti dai giudici per il suo tuffo in area al quinto
minuto.

Henry 8: l’unico veramente pericoloso con Cannavaro. Se lo avessimo in
attacco al posto di Toni, tutte le partite finirebbero 4-0 per noi.

——————————-

Diarra 6: leggermente meglio di Vieira; evidentemente aveva preso farmaci
prima del match contro i suoi disturbi intestinali.

Trezeguet 10: Mercì anche a tì, Davì!

Wiltord 6,5: quando entra lui, Grosso tira un sospiro di sollievo. Non ne
poteva più di giocare bendato.

——————————

Domenech 10: Quando i francesi rosicanooooh, che meraviglia, che meraviglia!

 

*************************

Inizia la partita, l’arbitro prende la monetina e chiede a Zidane: "testa o
croce?". "Testa", risponde il francese, in perfetto italiano. Tira
un’occhiataccia a Materazzi. Esce croce, Zidane s’arrabbia e riguarda male
Materazzi.
Il giocatore dell’Inter se ne accorge e fa capire subito ai transalpini che
non c’è trippa per gatti. Li impaurisce regalando loro un rigore al settimo
minuto, per fallo su Malouda. Entusiasti i giudici della gara di tuffi, il
volo del numero sette francese rasenta la perfezione.
Dagli undici metri i migliori del mondo. Zinedine Zidane e Gianluigi Buffon.
Il portiere azzurro guarda Zidane e tenta di capire dove tirerà. L’algerino,
intanto, guarda Materazzi. Marco si scaccola e prova a prendere la mira per
tirarla addosso al numero 10. Non va, fischi per lui e applausi per Fibra.
Parte, il transalpino, fingendo di tirar una sabongia sapida, ma, come detto
nelle pagelle, ruba il cucchiaio a Totti e segna con una palombella che,
prima di entrare, incontra la traversa. Uno a zero per loro e palla al
centro. E’ un brutto colpo per gli azzurri, talmente brutto che i francesi
non toccano più la palla per i restanti quaranta minuti, sebbene la
superiorità numerica regalata loro da Totti al primo minuto del primo tempo.
Al diciannovesimo, dopo qualche sfuriata, Materazzi va in cielo, urla TESTA
guardando Zidane (e facendogli anche qualche gestaccio). La palla calciata
da Pirlo va a sbattere casualmente sulla fronte dell’interista che segna un
gol random. In hattrick sarebbe SE, nella coppa del mondo è il gol che vale
l’1-1.
E’ anche l’azione più utilizzata dagli azzurri, che ci riprovano più tardi
ancora con Materazzi. Stavolta invece di dir TESTA dice ZIDANECULO.
L’arbitro non può tollerare una simile condotta e fischia un fallo in
attacco al lungagnone italiano. Il crapa pelata non la prende tanto bene.
Terzo calcio d’angolo della partita per l’Italia, terzo pericolo per la
Francia. I tifosi, appena prima del calcio d’angolo, intonano il coro
"Barthez regalaci un sogno, regalaci un sognooooooo, Barthez regalaci un
sognooooooo". Purtroppo Toni stacca solo due metri e mezzo e non riesce a
infilare il portierucolo francese.
Il primo tempo finisce qui. Zidane continua a guardare Materazzi.

Il secondo tempo è pieno di emozioni, Napolitano si addormenta al
quarantaseiesimo e si risveglia nel secondo tempo supplementare. Malouda
tenta di segnare e viene falciato. Questo sarebbe rigore, ma l’arbitro, per
non sapere né leggere né scrivere, decide di non regalare il secondo rigore.
Raggiunto dai microfoni alla fine della partita avrebbe detto "mi ha fregato
una volta, non gli avrei dato penalty nemmeno se m’avesse dato miliardi di
bond argentini". I giornalisti rimangono a bocca aperta da cotanta
integrità; solo in tarda notte verrà ricordato loro che i bond argentini
sono carta straccia.
Zidane guarda male Materazzi, e intanto con le gambe salta Gattuso. Ogni
volta che lo salta, però, c’è un nuovo Gattuso. E’ ufficiale, siamo di nuovo
in undici, Gattuso è uno e (trino ma solo per due come si dirà? Mah, la
butto lì) Oriali.
Henry, indiavolato, prende la palla e ci attacca una calamita. L’altra è
attaccata al suo piede. Se ne va in dribbling più e più volte, peccato che
la mira non sia quella dei tempi migliori. Ad un certo punto si trova
davanti il solo Cannavaro. Il francese dice "guarda l’uccellino di Del
Piero"; il mastino napoletano, stordito, si distrae per un attimo. Non così
Buffon, che aveva scommesso sul pari e che non vuole perdere i suoi soldi.
Schema degli azzurri, solito calcio d’angolo. Stavolta a staccare c’è
Cannavaro, che non riesce a indirizzare la palla verso la porta; come in un
flipper, la palla arriva a Grosso, che non riesce a concludere a rete. Va
bene che i miracoli si compiono, ma due volte in due partite sarebbe stato
il quinto segreto di Fatima.
Toni, da par suo, riesce anche a segnare, ma è in offside. Spiego alle
ragazze cos’è il fuorigioco: "se al momento della partenza del passaggio
l’attaccante ha almeno due giocatori tra sé e la porta, l’azione è valida".
Ok, non avete capito: non avevo dubbi.
Pirlo tenta di segnare dagli spogliatoi, il pallone va fuori con Barthez che
controlla. Occasione sprecata, se Barthez avesse toccato quella palla
avrebbe fatto autogol.
Finisce il secondo tempo. Si va ai supplementari.

Lippi fa entrare Del Piero, che guarda male Barthez, gli vorrebbe infilare
la palla su per un orifizio a caso, dopo l’europeo 2000. Leva Perrotta,
ectoplasmatico, Totti, inguardabile. Inoltre mette De Rossi, che tenta di
rompere qualsiasi naso di centrocampista transalpino.
Altero come uno zerbino, Domenech scruta le stelle, mette dentro Wiltord e
Trezeguet (forse in ricordo di sei anni fa, cioè l’ultima partita giocata da
Trezeguet in nazionale) mentre Vieira, in debito d’ossigeno, viene
sostituito da Diarra. Probabilmente s’è dimenticato di respirare. Ribery e
Malouda, entrambi poi sostituiti, tentano di orchestrare un’azione
spettacolare sulla sinistra: uno/due pregevole, se non fosse che hanno dei
piedi a banana e la palla finisce fuori. Ben più pericolosa la testata di
Zidane (che continua a guardare male Materazzi) su cui Buffon si tuffa.
Paratona del portiere che incomincia già a contare i suoi soldi scommessi
sul pari.
Il secondo tempo supplementare inizia e finisce a rilento. Nel mezzo, Zidane
guarda Materazzi e gli dice "Io sono LO RE!". Il numero 23 azzurro si toglie
una taccola e gliela mette in testa. Subito dopo, gli dice "Chi è lo RE?? E
Platini dov’è? Non sento una vocina, una vocina stridula?? Per esse lo re mi
devi sfidare, a che mi sfidi… CRAPA PELATA?". TUtto questo indicando la
tribuna dove si siede la moglie di Zizou. L’algerino vede Platini e sua
moglie conversare amabilmente con la lingua una nella bocca dell’altro.
A questo punto Zinedine vede rosso. Materazzi, che vota chiaramente DS, è il
suo obiettivo. Prende la rincorsa e colpisce con una craniata, aggiungendo
"a testa di ferro", per concludere la citazione sopra riportata. Il colpo è
tremendo, Materazzi rimane per terra per circa mezzo secondo, ma poi
s’addormenta. Avete presente la malattia di Aldo nel film "La leggenda di
Al, John e Jack"? Beh, Materazzi si risveglia e non si ricorda nulla; chiede
informazioni sulla salute di Zidane e come mai la Francia giochi in 10.
Finiscono i supplementari, si va ai rigori.

I RIGORI by Dedalus

Ma Fabio non aver paura di tirare un calcio di rigore
Non è mica da questi particolari che si giudica un giocatore
un giocatore lo vedi dal coraggio dall’altruismo e dalla fantasia.
Fabio capì fin dal primo momento
L’allenatore sembrava contento
E allora mise il cuore dentro le scarpe
E corse più veloce del vento.
Prese un pallone che sembrava stregato
Accanto al piede rimaneva incollato,
entrò nell’area e tirò senza guardare
ed il portiere lo fece passare.

Si potrebbe riassumere così, quel rigore: Grosso guarda il secondo pelato
più famoso di Francia, sapendo che quel calcio dagli undici metri l’avrebbe
portato ad esser il giocatore più famoso del mondo, almeno per i prossimi
quattro anni. Un duello da mezzogiorno di fuoco, quello fra il portiere
transalpino e il numero tre azzurro.
L’aveva già fatta, una cosa del genere, cinque giorni prima. Non aveva
guardato la porta, la palla passata da Pirlo pesava dieci chili e dopo i due
legni colpiti dagli azzurri non voleva entrare. Fabio mise giù la testa e la
tirò a girare, sul secondo palo. Lehmann battuto.

Partiamo con ordine

inizia Andrea Pirlo, bresciano di nascita. Non riusciamo a fischiare nemmeno
lui, sebbene quel luogo sia infausto. Faccia da ebete, è vero, per il
centrocampista milanista. Ha la paura negli occhi, da quando l’ha sbagliato
a Yokohama.
Guarda la pelata di Barthez, sembra accecarlo. Rincorsa e tiro centrale,
rigore di quelli che non pari mai, 1-0.

Wiltord per la Francia. Il nostro giustiziere spiazza Buffon,
tranquillamente; rigore tirato per bene.

Materazzi sul dischetto. Chiude gli occhi, batte di sinistro. Barthez
intuisce, ma non para. Il numero 23 azzurro s’avvicina al portiere francese
e gli dice "nemmeno Julio Cesar è così scarso, fischi per te e applausi per
Fibra".

TREZEGUET, la cosa più difficile in natura. Domenech non lo ha mai fatto
giocare e lui è incazzato come un’ape, la voglia di spaccare il mondo.
Peccato che spacchi la traversa. Incredulo, il David di Monet, occhio
spento, viso di cemento. Buffon gli fa dei gestacci e poi urla "sarai mio
compagno di squadra, però ti ho sempre odiato segretamente". Pubblico in
visibilio, Domenech che piange.

De Rossi non alza il gomito, anzi, alza la palla all’incrocio, un rigore
strepitoso. Avete presente il luna park? C’è quel gioco dove devi tirare la
palla nel buco per vincere la bambolina. Ecco, De Rossi s’è allenato fin da
bambino a centrare il buco. Finalmente c’è riuscito!

Abidal è forse il terzino più scarso che io abbia mai visto, dopo il
Macellari dell’Inter. Arriva sul rigore, si sistema i calzettoni e spiazza
Buffon. Tutto questo con una calma incredibile. A fine partita pare abbia
detto ai giornalisti "ma non era un’amichevole?"

Eccolo là, il pinturicchio dagli undici metri. Questa è la sua specialità,
ha segnato 189 gol su 190 della sua carriera alla Juventus su rigore.
Barthez spiazzato, e fantasmi scacciati. Ci deve comunque un europeo e una
festa in piazza. Se paga festa e donnine di facili costumi per tutti
potremmo rivalutarlo.

Sagnol arriva sul dischetto, tira la minella e se ne va. Non ha aspettato il
fischio, ma è oramai tornato a centrocampo esultante. L’arbitro non ha il
coraggio di farglielo ripetere.

La fine è già scritta, Grosso tira la palla da un parte, Barthez si tuffa
dall’altra e si appoggia al palo, conscio della sua inutilità intrinseca.

Il problema è che noi siamo CAMPIONI DEL MONDO.
Dei secondi non interessa (quasi) mai a nessuno.

Giornata tipo degli azzurri:

7h00 : Sveglia dei giocatori
7h01 : Zaccardo si chiede cosa diavolo ci fa in Germania
7h10 : Totti si mette il pollice in bocca
7h30 : Colazione
7h32 : Inzaghi frega una brioche a Gattuso
7h35 : Gattuso entra in scivolata sulle caviglia di Inzaghi e si riprende la brioche
7h36 : Francesco Totti annuncia che si ritirerà dalla Nazionale dopo il mondiale
7h38 : Francesco Totti cambia idea.
8h00 : Gli Italiani escono dall’albergo
8h05 : De Rossi assesta una gomitata sul naso di un tifoso che gli chiedeva un autografo. Sangue copioso
8h10 : Lippi manda a fare in culo 5 giornalisti Rai
8h15 : Oddo si chiede perchè non se ne è andato al mare con la fidanzata
8h20 : Del Piero va a girare una pubblicità dell’acqua minerale
8h40 : Nesta si infortuna al menisco infilandosi gli scarpini
9h10 : Toni dichiara eterno amore alla Fiorentina, all’Inter, al Real Madrid e sua moglie
9h15 : De Rossi spacca il naso alle sagome in legno per calciare le punizioni
9h25 : Lippi manda a fare in culo 5 giornalisti Mediaset
9h30 : Inizio dell’allenamento
9h36 : Nesta si frattura il 3° metatarso del piede sinistro abbeverandosi dalla borraccia
9h40 : La partitella d’allenamento tra Rossi contro Gialli salta perché Cannavaro nun vuole giocare con la canotta Gialla che non si abbina con i suoi occhi azzurri
9h41 : Del Piero parla con un uccello
9h43 : Francesco Totti annuncia che si ritirerà dalla Nazionale dopo il mondiale
9h50 : Francesco Totti cambia idea.
9h51 : Zaccardo si chiede cosa diavolo ci fa in Germania
10h00 : Nesta viene ingessato
10h10 : Il Ministro Melandri arriva in visita all’allenamento
10h12 : Il Ministro Meandri scappa dall’allenamento dopo che Gilardino le ha fatto delle avances
10h22 : Totti e Oddo si picchiano selvaggiamente in ricordo dei civili derby di Roma
10h35 : Del Piero parla con uno stormo di piccioni
10h35 : Viene consegnata una canotta celeste a Cannavaro che accetta di disputare la partitella
10h36 : Toni segna 27 gol in 15 minuti
10h37 : Toni viene insultato da tutti i compagni pensando a quanti gol si è mangiato nelle partite ufficiali
10h47 : Del Piero parla con un cormorano
10h50 : Totti si sloga il pollice a forza di ciucciarlo
10h55 : Totti viene portato insieme a Nesta all’ospedale
11h00 : De Rossi demolisce i pali e la traversa a testate
11h11 : Del Piero parla con un cuculo
11h12 : Lippi manda a fare in culo 5 giornalisti di Sky
11h30 : Barone telefona alla madre dicendole che ha appena giocato un’intera partitella con Inzaghi
11h45 : Conferenza Stampa, causa tragedia di Pessotto si presenta a parlarel’uccello di Del Piero
11h46 : Conferenza Stampa, Lippi affacciandosi nello stanzone manda afare in culo tutti i presenti
12h00 : Pranzo a base di porchetta, brasati, bolliti e mostarda
12h01 : Trapattoni arriva a scroccare un pranzo. Costa meno che all’Autogrill
12h20 : Gattuso vomita il bollito a tavola
12h40 : Barone telefona alla madre dicendole che ha appena mangiato seduto a fianco di Inzaghi
13h00 : Totti e Nesta tornano dall’ospedale
13h12 : Del Piero parla con una cinciallegra
13h20 : Materazzi mentre fa un gioco con i coltelli nel dopo pranzo infilza Oddo tra le scapole
13h30 : Oddo si chiede perchè non se ne è andato al mare con la fidanzata
13h35 : Cannavaro abbandona il ritiro per andare a girare una pubblicità per Armani, gli altri vanno a riposare giocando con la playstation
15h00 : Cannavaro torna dalla pubblicità per Armani
15h30 : Risveglio dei giocatori. Tutti spengono la playstation, tranne Gattuso che non è riuscito ad accenderla
15h40 : Seduta davanti al video per osservare la partita giocata dall’Italia 2 giorni prima
15h41 : Pirlo spiega a Materazzi qual’è l’Italia delle 2 squadre in tv
16h00 : Nesta si rompe ulna e radio del polso sinistro scrivendo una lettera alla mamma
16h02 : Cannavaro abbandona il ritiro per andare a girare una pubblicità per L’Oreal
16h30 : Barone telefona alla madre dicendole che ha appena visto una partita di calcio seduto a fianco ad Inzaghi
16h35 : Francesco Totti annuncia che si ritirerà dalla Nazionale dopo il mondiale
16h40 : Francesco Totti cambia idea.
16h55 : Nesta si strozza mangiando un’oliva
17h00 : Nesta viene abbattuto nella sala Tv
17h01 : Del Piero parla con un fringuello striato
17h03 : Cannavaro torna dalla pubblicità per L’Oreal
17h15 : Fine della seduta video
17h25 : Lippi sveglia Toni, Iaquinta, De Rossi, Barzagli, Peruzzi, Amelia,Gilardino e Camoranesi
17h30 : Oddo compra una Ferrari su E-Bay
17h45 : Lippi manda a fare in culo 5 giornalisti di La 7
18h00 : Gigi Riva spaccia sigarette di nascosto ai giocatori
18h01 : Gattuso va a farsi bello
18h01 : Cannavaro abbandona il ritiro per andare a girare una pubblicità per Giovanni Rana
18h15 : Barone telefona alla madre dicendole che ha appena visto Inzaghi nudo sotto la doccia
18h25 : Tutti i giocatori salgono nelle loro camere per prepararsi per la libera uscita
18h30 : Arrivano notizie terribili sullo scandalo delle scommesse
18h31 : Buffon si tocca la palle
18h45 : Silvio Berlusconi telefona per fare gli auguri per la prossima partita. Tutti si toccano le palle ( Buffon non le aveva ancora tolte )
18h46 : Barone tocca le palle di Inzaghi
19h01 : Del Piero parla con una poiana
19h15 : tutti i giocatori si radunano nella hall dell’albergo, tranne Gattuso che sta ancora facendosi bello
19h20 : Inzaghi annuncia che si ritirerà dalla Nazionale dopo il mondiale
19h21 : Francesco Totti convince Inzaghi a non ritiarsi dalla Nazionale
19h30 : Cannavaro torna dalla pubblicità per Giovanni Rana
19h50 : tutti i giocatori escono a cena, , tranne Gattuso che sta ancora facendosi bello
20h00 : De Rossi e Materazzi picchiano due ragazzini di 11 anni al ristorante
20h01 : Nesta si infilza il naso con la forchetta durante la cena.
20h30 : Lippi manda a fare in culo tutti gli avventori del ristorante per tenersi in allenamento
21h00 : Zaccardo si chiede cosa diavolo ci fa in Germania
21h05 : De Rossi, Totti e Perrotta scappano dal ristorante senza pagare. Totti dice che glielo ha insegnato Cassano
22h00 : Iaquinta si perde nel tragitto di 150 metri tra il ristorante e l’albergo
22h10 : Del Piero parla con un gufo
22h15 : tutti i giocatori si ritrovano in albergo tranne Iaquinta disperso e Gattuso che era già lì a farsi bello
22h30 : Lippi manda tutti i giocatori a letto
22h32 : allarme antincendio nell’albergo
22h45 : Lippi urla invettive dalla finestra all’indirizzo di tutti i giornalisti d’Europa
22h58 : Gattuso rinuncia a farsi bello dopo aver sprecato 7 kg di gel e si presenta nella hall per andare a cena con gli altri giocatori.
23h00 : vengono spente le luci nell’albergo. Gattuso resta al buio fiducioso e affamato
00h02 : un guardia notturna spara a Gattuso scambiandolo per un ladro
00h42 : Del Piero parla nel sonno con uno pterodattilo estinto da 200 Milioni di anni
00h43 : Zaccardo si chiede cosa diavolo ci fa in Germania, mentre Oddo vende la Ferrari su E-Bay
01h10 : La mamma di Barone cambia numero di cellulare
02h25 : quello che rimane di Nesta cade dal letto e si incrina 11 costole
02h26 : Trapattoni che ancora si aggirava per l’albergo in cerca di qualcosa da scroccare bagna con l’acqua santa Nesta, recitando un Te Deum e 2 Ave Maria
03h15 : la Playstation di Pirlo si fonde
03h22 : Totti dorme con il pollice in bocca, De Rossi ammazza di botte nel sonno Barzagli
04h21 : Iaquinta arriva finalmente in albergo e trova Del Piero sonnambulo che parla con uno struzzo.

Grazie azzurri!

bedava sex izleme videolari free mobile sex videos